venerdì 24 marzo 2017

taccuini handmade


Piccoli taccuini, diari improvvisati,


ma anche quadernetti per scriverci ricette, appunti di viaggio e, perchè no, anche osservazioni naturalistiche.


Quello che il cuore suggerisce o che la mente comanda.


Basta poter scrivere o disegnare, perchè tenere in mano una matita è già creare e creare è vivere.


Mi è capitato di avere tra le mani un pezzo di carta blu, di quella che fodera le cassette delle mele, poi avevo qualche busta per la posta aerea, ma c' era anche la carta paglia delle tovagliette della pizzeria e poi le carte geografiche delle vecchie agende ed i centrini delle torte.


E' diventato un gioco trovare tante carte diverse, anche dagli involucri dei regali o dalle etichette dei barattoli e poi è stato ancora più divertente accostare, abbinare e rilegare questi piccoli taccuini. Un elastico come chiusura e sono pronti per custodire la prossima avventura.

lunedì 20 marzo 2017

nel giardino del doge Manin




E' una delle sensazioni più piacevoli perdersi tra i fiori e le cose belle nelle domeniche addossate alla primavera.


L'occasione giusta si è presentata ieri durante la manifestazione svoltasi a Passariano,


Rose profumatissime, dai colori nuovi e di tante forme diverse hanno creato l'atmosfera di una primavera anticipata, 


mentre bellissimi ellebori han ricordato a tutti che è ancora presto per dimenticarci del freddo.


Non sono mancate cose antiche, piene di fascino e perfettamente a loro agio nella cornice elegante e sfarzosa di Villa Manin.


Ho potuto ascoltare anche una conversazione sulle rose condotta da una eccelsa vivaista, ma di questo ne parlerò presto, sempre che...